MMM Art

Art Circle

 legovini01legovini02legovini03legovini04legovini05legovini06legovini07legovini08legovini09legovini10

Marina Legovini

1978
Diploma di maestra d'arte applicata con gli insegnanti Cesare Mocchiutti, Tino Piazza, Mario Palli, Vittorio Balcone. Seconda classificata al premio Viareggio sezione grafica. Fonda con l'ausilio dell'associazione diversamente abili della provincia di Gorizia la cooperativa di ceramica a sfondo sociale "La Felce" unica nel suo intento a livello nazionale.
1984
Riprende gli studi a Venezia, presso la "Scuola Internazionale di Grafica". Frequenta i corsi di incisione calcografica,litografia, serigrafia e tecniche sperimentali con il maestro Licata. Illustra con due acqueforti "Le arti che van per via" e Maschere Veneziane". Partecipa a mostre e collettive a Parigi e Roma qualificandosi al Museo di San Paolo del Brasile con la vendita dell'acquaforte "Venezia Riflessa". Studia e lavora presso la scuola come assistente degli insegnanti.
1985
Illustra con dieci acqueforti il volume "La contea di Gorizia illustrata dai suoi figli" per il conte Leonardo Formentini. Personale di grafica alla galleria "Il segno Grafico di Venezia".
1986
Frequenta uno stage presso l'Accademia Raffaello di Urbino per il libro antico e perfeziona la tecnica del bulino. Illustra il volume "Quajaruladis" fra storia e fantasia dello scrittore gradiscano Bruno Patuna già direttore della galleria regionale Spazzapan. Il volume nella sua veste particolare è interamente scritto e stampato su carta fatta a mano; pregevolmente rilegato e contenuto in un cofanetto.
1989
Inaugura la propria bottega d'arte "creattività". Negli anni a seguire rappresenta la regione Friuli Venezia Giulia per il settore dell'artigianato artistico della ceramica e l'incisione calcografica. E' socia del consorzio regionale "La Torre"
1994
"Abitare il tempo" stand personale. Partecipa con "L'opera "Foglia di Vita" alla mostra "Il Giardino Domestico" nel settore della fiera  progetti e territori" Friuli Venezia Giulia a cura dell'architetto Ugo La Pietra. Realizza su design di Marika Carniti Bollea la lampada "Diadema"presentata nella sezione "I laboratori Metalprogettuali".
1995
Su disegno dell'architetto Ugo La Pietra realizza la collezione "Miramare" presentata a Ferrara nell'ambito della Fiera Arte e restauro sezione "Book Shop" per i musei. Nasce Martina
2002
Partecipa al concorso Internazionale di ceramica "Un oggetto antropomorfo" organizzato dal Comune di Nove di Bassano presso il Museo Civico della Ceramica Presenta l'opera "Rondine di Mare" che viene selezionata per il contenuto innovativo di ricerca formale unito alla riproducibilità a livello industriale
2004
Insegna l'arte della ceramica all'Istituto Statale d'Arte Max Fabiani di Gorizia. Collabora in qualità di decoratore d'interni e responsabile di zona per l'arredo per la ditta Visma 3 di Treviso.
2005
Collabora con l'interior design Bortolo Augusto Menon in qualità di interior decorator per locali pubblici e case private.
2009 collabora con la ditta "Patina Italia" per l'oggettistica in ceramica e la decorazione di Mobili
collabora con la Ditta "Fabbro" per la ceramica
2010
collabora con la ditta "Katy House" per la decorazione d'interni
work shop con l'artista Christian Hache presso la libera accademia "Scuola del Vedere" a Trieste.
2011
aggiornamento con l'artista Adriano Gon presso la libera accademia "Scuola del Vedere" a Trieste.

https://www.facebook.com/marina.legovini  
tel.: +39 339 832 6850

Evropska unija

Projekt je pripravljen s finančno pomočjo Evropske unije v okviru programa Phare CBC Slovenija/Italija 2003

©